“Acqua Tempus”, l’arma definitiva contro lo spreco di acqua ed energia

Il riscaldamento globale aumenta. Piove un po’ e male. I bacini idrografici ei bacini idrografici stanno diventando sempre più inadeguati. Il pianeta è prosciugato… E, dopo un po’, le persone aumentano esponenzialmente di numero, aumenta l’allevamento estensivo e ha bisogno di sempre più acqua per il consumo. Queste sono le cattive notizie. Ma questo post è scritto per fornire soluzioni. Presentando “Acqua Tempus”, un timer per doccia che aiuterà a risparmiare fino all’80% del consumo di acqua in ogni casa, hotel, palestra o centro sportivo. Spieghiamolo.

Tecnologia 100% spagnola, pulita e facile da installare e utilizzare
“Acqua Tempus” è un prodotto ideato da Arelia, azienda spagnola dedicata al consumo responsabile di acqua ed energia il cui obiettivo è progettare e promuovere tecnologie che aiutino a fermare il cambiamento climatico. Crediamo che sia il momento di agire: se non piove e l’acqua scarseggia, la cosa più opportuna è ridurne i consumi. Con questo concetto è nato il nostro economizzatore doccia, che rappresenta un grande passo avanti nel risparmio di acqua ed energia.
“Acqua Tempus” si installa in qualsiasi doccia e non necessita di impianto elettrico o idraulico e il suo obiettivo è limitare il consumo di acqua chiunque, anche il meno preparato, potrà installarlo senza alcuna difficoltà. Una volta in funzione, è sufficiente programmarla tramite un semplice pannello di controllo e selezionare il numero massimo di minuti che la doccia può impiegare. Al raggiungimento del limite, l’erogazione dell’acqua si interromperà automaticamente e il rubinetto rimarrà chiuso per il tempo di ritardo programmato

Ogni minuto che si apre il rubinetto si consumano 12 litri di acqua
Analizziamo il problema. Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), nessuno deve fare la doccia per più di 5 minuti. Non c’è bisogno. Danneggia la pelle e quindi influisce sulla nostra salute. Tuttavia, secondo un sondaggio fatto di recente per conoscere le abitudini degli spagnoli sotto la doccia, il 91% ha confermato che di solito rimangono immersi nella doccia per molto più tempo.
Per ogni minuto sotto la doccia si consumano 12 litri di acqua. Quindi, una doccia non deve richiedere più di 60 litri per persona al giorno. Tuttavia, nove cittadini su dieci probabilmente sprecano il doppio (facilmente 150 litri o molto di più).
Facciamo i numeri: assumiamo che tre membri di una casa passino dal fare docce di 30 minuti a, come raccomandato, fare la doccia in soli cinque minuti. Il loro risparmio idrico giornaliero sarà di 300 litri al giorno a persona, il che significa 900 litri in quella casa. Lasciati stupire: il risparmio idrico totale in un anno sale fino alla sorprendente quantità di 328.500 litri in una sola casa con tre persone!

Ben oltre l’uso domestico
“Acqua Tempus”, come si è visto, può rivoluzionare il consumo di acqua nelle case. Tuttavia, il nostro strumento per prenderci cura del pianeta va ben oltre. Immaginiamo una palestra con 300 persone al giorno. Oppure un hotel visitato da 500 turisti o persone in viaggio d’affari… Oppure gli spazi turistici in affitto che popolano il centro città, che oggigiorno sono molto diffusi. In tutti questi casi, la frequenza delle persone che usano la doccia è enorme, tanto che l’installazione di questo timer rappresenta un risparmio idrico ancora maggiore per i proprietari e, cosa più importante, per la comunità in cui vivono questi proprietari.

Risparmio di gas ed elettricità, un altro buon motivo
Ma Acqua Tempus fa risparmiare non solo acqua, ma anche energia, sia gas che elettricità; meno acqua c’è da riscaldare, meno energia da consumare. Due in uno.
Vocazione globale
A volte, crediamo che solo in Spagna l’acqua sia un problema urgente. Tuttavia, non è così. Abbiamo tutti immagini recenti devastanti nelle nostre menti in tutto il pianeta: intere comunità con persone sfollate in Africa o in America. O i terribili incendi boschivi che hanno devastato la California la scorsa estate o l’Australia, provocando una siccità con percentuali mai viste prima.
E le aspettative di tutte le organizzazioni internazionali non migliorano. Piuttosto, segnalano un peggioramento. Appena il 3% di tutta l’acqua del pianeta è potabile. E ci sono più di 2 miliardi di questi esseri umani che vivono nel rischio di una grave siccità.
Per questo “Acqua Tempus” ha una chiara vocazione globale, e abbiamo già iniziato a implementarla oltre i confini spagnoli.